fbpx

La cicerchia: Legume antico ma poco conosciuto

La cicerchia: Legume antico ma poco conosciuto

La cicerchia il legume antico della famiglia delle fabacee diffusa in Asia, Africa orientale e con molti limiti in Europa. 

Nei tempi antichi in periodi di carestia era l’unica fonte di sostentamento. Lathyrus sativus è il suo nome scientifico. 

Le prime tracce della presenza della cicerchia si ebbero intorno all’8000 a.C. in Mesopotamia prima e poi nell’antico Egitto dove divenne un alimento fondamentale della tavola per preparare pane pizza e focacce. 

Il suo seme assomiglia ad un sassolino dalla forma irregolare e dal colore che varia dal grigio al giallo opaco. E’ ricca di calcio e fosforo ma contiene anche proteine, amidi, vitamine B1 B2 e PP e fibre. 

La proprietà alimentari della cicerchia

Grande è l’importanza di ceci e legumi che hanno nelle diete e tutti i nutrizionisti sono concordi su questa tesi. 

Tutti i legumi quindi si prestano a tante preparazioni è il caso anche della cicerchia che è perfetta da mangiare per i periodi di stanchezza e convalescenza.

In 100 gr di cicerchie si trovano

  • 40,38 carboidrati
  • 36,17 proteine
  • 11,44 acqua
  • 9,74 lipidi
  • poi minerali come potassio fosforo magnesio calcio zinco sodio, selenio vitamina A B e C. 

Vengono usate nell’alimentazione dei vegetariani e vegani e favoriscono la digestione e il metabolismo e apportano benefici alla memoria e alla funzionalità celebrale. 

Fortificano poi ossa denti muscoli ed grazie alla fibra abbassano i livelli di colesterolo nel sangue.

Curiosità sulle cicerchie: 

cicerchie

Forse molti degli utenti che stanno leggendo quest’articolo non conosco le cicerchie e la loro storia, ma ho scoperto da alcune ricerche che un tempo erano uno degli alimenti principali della cucina contadina. 

Perché è un legume facile da far cresce e soprattutto cresce anche in condizioni difficili. Però ad un certo punto è caduto nel dimenticatoio… il motivo? 

Mangiare troppe cicerchie poteva provocare disturbi neurologici a causa di un particolare “acido” in esse contenuto. 

Però nessuno conosceva l’origine di questi disturbi e soprattutto che bastasse un ammollo e una cottura prolungata per eliminare qualsiasi effetto negativo sull’organismo umano. 

Ricette con le cicerchie:

Zuppa di cicerchie: 

Con l’arrivo dei primi freddi ritorna il desiderio di nutrirsi di piatti caldi e sostanziosi come la classica zuppa di legumi ma questa volta con le gustose cicerchie ideale con un filo d’olio extravergine a crudo e fette di pane tostato. 

Si può completare questa zuppa con un soffritto di sedano e cipolla aromatizzata da salvia e rosmarino.

Ingredienti : 

  • cipolla 1 bianca
  • sedano 1 costa
  • cicerchie secche 500 g
  • salvia  3 foglie
  • rosmarino 1 rametto  a discrezione propria si può aggiungere pomodoro a dadini e una patata.

In Umbria si aggiunge anche sale pepe e mentuccia, in Abruzzo si prepara la polenta con cicerchie aglio e peperoncino. 

In Puglia la minestra di cicerchia si prepara con spunzali ossia cipollotti freschi aglio pomodori e prezzemolo.

Vi lascio un po’ di video ricette che ho scovato su youtube

Cicerchia alla Pignata Chef Stefano Barbato

ZUPPA DI CICERCHIA Ricetta facile e buonissima- RICETTE DI GABRI

Pasta e cicerchie

Zuppa di Cicerchie

Zuppa di Cicerchie e Daikon Croccante

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto